MESSAGGI DELL’UNIVERSO

MESSAGGI DELL’UNIVERSO

cropped-WhatsApp-Image-2017-07-31-at-13.15.04.jpeg

MESSAGGI DELL’UNIVERSO

E’ ora divenuta tradizione la scelta del “Messaggio dell’Universo”. Iniziata con i primi seminari vent’anni fa, ora accompagna anche ogni evento e ogni conferenza e la meraviglia del campo che si genera, lascia ciascuno stupito per la straordinaria pertinenza di quanto sta leggendo. La tradizione si è poi estesa alle newsletter e di seguito puoi trovare i messaggi che accompagnano i mesi che si succedono.

Ottobre 2018

“Non disprezzate la sensibilità di nessuno.
La sensibilità è il genio di ciascuno di noi”
Charles Pierre Baudelaire

Sensibilità… 

Quella repressa, quella calpestata, quella rifiutata, quella esasperata… conseguenze della sovrastruttura che l’ha catalogata scomoda. Ciò che osservo è che quello schema è in disgregazione, e che con il risveglio del femminile sacro, donne e uomini permettono sempre più a se stessi – e quindi agli altri – di esprimere questa qualità dell’anima, quando sentono di potersi fidare. Quando cioè ci si percepisce in un bacino sicuro, dove rivelarsi senza pudore, nella gioia di specchiarsi tra essenze, in quello spazio sacro che contiene e avvolge doni, sfide e ferite, di pura Bellezza. Si sono intensificati gli incontri in cui succede il riconoscimento d’anima e in un istante sembra di conoscersi da sempre, ci si sente a casa. Di questa meraviglia sono infinitamente grata.

Settembre 2018

Ogni cosa invecchia, ogni bellezza appassisce,

ogni colore si raffredda, ogni luminosità si affievolisce,

e ogni verità diventa stantia e banale.

Perché tutte queste cose hanno assunto una forma,

e tutte le forme si logorano con l’usura del tempo;

invecchiano, si ammalano, si frantumano e diventano polvere.

A meno che non cambino.

Carl Gustav Jung

Un tema tanto delicato quanto fondamentale. Ogni forma cede il posto alla forma nuova nell’eterno mutamento che è la vita, e non se ne può né possedere né trattenere alcuna, poiché sarebbe fuori dalle Leggi dell’Universo. Così la Natura ci dimostra come un cucciolo cresce, un bocciolo fiorisce e l’alba si fa tramonto ed è possibile partecipare intensamente e pienamente di singoli istanti di presente che si succedono, in questo eterno divenire.

Luglio 2018

Dobbiamo imparare bene le regole

in modo da infrangerle nel modo giusto.

Dalai Lama

Non tutto ciò che è Legge è anche giusto. Ognuno di noi, presumo, si sarà trovato in situazioni in cui ha percepito un disallineamento tra il senso della Giustizia interiore e la Legge. Così sento che è proprio lì che si posa questo messaggio tanto delicato quanto potente; mi risuona come un invito a trovare il giusto modo di allineare quell’incongruenza rimanendo nel rispetto della Legge che vige, senza sovvertire quella interiore.

Maggio- Giugno 2018

Le cose non cambiano, tu cambi il modo di guardarle. Ecco tutto.
Carlos Castaneda

Tutto ciò che esiste sul piano manifesto, ha una propria controparte nel mondo immanifesto, nello spazio delle idee.
Così come il silenzio è la controparte del suono, ecco, ho letto questa frase e l’ho lasciata agire nel silenzio ed espandersi come un’onda in ogni direzione. Hanno iniziato ad emergere dal campo della memoria i momenti in cui davanti alla stessa situazione, provocazione, persona ho sentito che stava accadendo qualcosa di nuovo in me, stavo reagendo diversamente dal solito e i miei occhi erano nuovi. Avevo sentito in termini di esperienza quando era cambiato il mio modo di guardare e come mi ero sentita ed è rimasta gioia e desiderio di condivisione.

Aprile 2018

L’azione è la chiave fondamentale per tutti i successi.

Pablo Picasso

Con questo messaggio ritorno a un fatto accaduto un giorno di moltissimi anni fa, divenuto maestro e metafora, quando mi sono ritrovata ad assistere a una lezione di arrampicata su roccia. Gli istruttori spiegavano le tecniche di base e nello specifico come doveva avvenire lo spostamento da una mano all’altra salendo. C’è un tempo tra l’individuare lo spostamento e l’effettivo spostamento della mano, perché quella che dovrà tenere il peso del corpo quando l’altra mano si sarà staccata, per un po’ reggerà poi inizierà a vibrare. Entro quel momento deve avvenire l’azione. Appare quindi una triade: Tecnica-Scelta-Azione. La Tecnica presuppone il tempo di istruzione, la formazione. E la Scelta è quella del Cuore da cui consegue sempre la Giusta Azione.

Marzo 2018

Come puoi tu dominare

La Terra e l’Aria nei tuoi passi

L’Acqua e il Fuoco nel tuo ritmo?

L’Anima non vede, nella vita,

se non ciò che è già nell’Anima stessa.

Non crede se non nella propria vicenda,

e quando sperimenta qualcosa

l’esito diventa parte di essa.

Kahlil Gibran

Sono tante le suggestioni che evoca questo straordinario scritto di Gibran e ciascuno coglierà in base alla propria risonanza. Resto con il tema della sperimentazione, l’anima chiede di sperimentare, per rendere l’esperienza piena, eterna ed immortale com’ella è.

 

piccione-viaggiatore1

No comments.