Una data che è una cometa verso un mondo migliore

Una data che è una cometa verso un mondo migliore

Una data che è una cometa verso un mondo migliore

Il Giornale di Brescia

Il Giornale di Brescia di giovedì 31 gennaio 2019 ha dedicato una speciale attenzione alla data palindroma del 02.02.2020 ed ho avuto l’onore di partecipare con questo articolo.
www.giornaledibrescia.it

Trascrivo per chi non riusciva a leggere i caratteri piccoli e desiderando leggere mi ha chiesto di farlo.

Da sempre i numeri, come il suono ed il colore, hanno attratto l’umano ricercatore. Ed anche chi non cerca in essi significati simbolici, si sarà accorto di come taluni numeri si ripetano nella vita, palesandosi ad esempio negli orologi, nei civici, nelle targhe. Qualcuno coi numeri gioca e sorride, altri li temono eppure tutti noi li conosciamo e li rispettiamo come parte della nostra vita. Esprimiamo in numeri la data di nascita, l’altezza, il peso, l’età, il numero di telefono, la targa, il conto corrente o il calendario, che ci presenta date come quella di oggi in cui 2 e 0 s’intrecciano danzando al ritmo di un ritornello palindromo, cioè leggibile in ogni senso e riflesso: 02.02 di giorno e mese si specchiano nel 2020 dell’anno.

I numeri sono considerati il ponte che unisce il visibile e l’invisibile, tutto ciò che esiste nel mondo manifesto è stato in principio un’idea del mondo immanifesto, e quando questa idea si traduce in realtà, acquisendo una forma fisica, diviene misurabile quindi contenuta da numeri. Una data come quella di oggi, ci invita e aiuta a percepire proprio quel ponte tra la forma perfetta che vive nel mondo delle idee e ciò che è già manifesto, e lo fa in una sequenza alternata di 0 e 2.

L’introduzione dello 0 nel sistema numerico fu contrastata per questioni filosofiche, presupponeva riconoscere forma e spazio a qualcosa che non esisteva. Eppure, lo 0, ponte tra i numeri positivi e negativi, può essere considerato non come sinonimo di nulla bensì, con la sua forma di uovo, essere quel vuoto che tutto contiene e da cui tutto proviene; questa simbologia della nascita è oggi accostata al 2, espandendolo. Il 2 in Numerologia è considerato la madre dei numeri pari, di prevalenza femminile, che ci parla di grembo e di relazione. L’1 è l’inizio, il principio da cui nasce il 2, “l’altro da sé” in cui l’1 deve necessariamente specchiarsi per evolvere, e da loro nasce il 3, la manifestazione, l’unione che trascende la dualità e si eleva.

Denso di significato da un punto di vista numerologico è anche l’anno 2020, in cui troviamo la doppia decade doppiamente ripetuta. La decade era sacra ai Pitagorici, chiamata Sacra Tetraktis e definita “grande madre che tutto abbraccia e tutto contiene”, qui il 10+10=20 è ripetuto due volte offrendo una riflessione ed un invito: far crescere il 2 sino alla vibrazione del 20.

Come?

Il dubbio, la doppiezza, l’ambiguità possono essere trascesi nell’ascolto, nell’umiltà, nell’accoglienza e tradotti nella scelta di custodire la gestazione dell’Uomo Nuovo, capace di fare spazio e colmare quel vuoto con sentimenti dal sapore della dolcezza e della tenerezza.

Questa data è così una “cometa” che ci indica che è tempo di muoverci verso la creazione di esseri che non siano mossi dalla fame infantile di risoluzione dei propri bisogni o da un chirurgico tornaconto, ma Esseri pieni, totali, consapevoli di quanto siamo interconnessi, in contatto con ogni parte dell’essere e col loro cuore, poiché le scelte che da quell’armonia derivano, conducono alle giuste azioni, e le giuste azioni ad un mondo migliore.

Alessandra Pizzi

No comments.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *